SICUREZZA DEI DATI

Validazione dei Dati e Integrita' Referenziale



VALIDATION RULE

Le validation rule permettono di programmare i controlli durante l'inserimento dei dati nei campi che si desidera rendere obbligatori.
É possibile creare una validation rule attraverso il Wizard disponibile nella modalità sviluppo oppure dalla gestione delle validation rule.
Ogni validation rule può essere obbligatoria, cioè forza l'utente a inserire un determinato dato, oppure facoltativa, ossia lancia solo un allerta. 
La validation rule obbligatoria non permette all’ utente di chiudere l’ interfaccia finchè non ha inserito il dato; la validation rule facoltativa, invece, avvisa l’utente ma, esso, ha la facoltà di continuare anche senza compilare il dato richiesto.
La creazione di una validation rule attraverso il Wizard è estremamente semplice, infatti l’utente, dopo aver attivato la modalità sviluppo deve, semplicemente richiamare la procedura gestionale all’interno della quale desidera creare la regola di validazione del dato, selezionare il campo desiderato e quindi seguire le indicazioni della procedura guidata, che creerà automaticamente la regola di validazione.
L’ utente ha la facoltà di personalizzare i messaggi di avviso che saranno visualizzati all’ operatore e di creare script che saranno eseguiti automaticamente al verificarsi di un evento di validation rule.
Supponiamo ad esempio che all’interno di un’azienda si desideri impostare un fido minimo di 5.000 Euro e massimo di 10.000 Euro per cliente. Si può impostare una validation rule che non accetti valori di fido al di fuori dell’intervallo suddetto e, nel caso in cui un utente provi ad impostare un valore non ammissibile, la validation rule inibisca l’inserimento di tale dato.
Lo script post-esecutivo della validation rule è totalmente programmabile in base alle esigenze dell’ utente percui, tornando al caso dell’azienda succitata, si può definire che la facoltà, ad esempio, di impostare valori di fido superiori ai 10.000 Euro è appannaggio esclusivo di utenti o gruppi utente ben precisi.
 

INTEGRITA' REFERENZIALE

Anche l’ integrità referenziale é totalmente programmabile dall’ utente attraverso l’ SDK di TrendTNG.
Le principali regole vengono gia’ fornite e quindi preprogrammate, esse possono essere ampliate e/o disattivate in base alle esigenze dell’ utente.
Anche nelle regole di integrità referenziale possono essere programmati degli script post-esecutivi.
Se ad esempio volessimo impostare una regola di integrità referenziale sui vettori in riferimento alla tabella clienti si potrebbe definire che, nel caso in cui venga eliminato un vettore, l’ utente venga avvisato che il vettore è associato ad ‘n’ clienti e, nel caso in cui l’ utente proceda nell’ eliminazione, esso sia automaticamente disassociato dai clienti ai quali era legato.
 


Indice Contenuti


I nostri Video

Guarda tutti i video