GESTIONE ANAGRAFICHE DI MAGAZZINO

Le schede anagrafiche degli articoli contengono tutte le informazioni relative ai prodotti movimentati nei magazzini dell’azienda.



Introduzione

Le schede anagrafiche degli articoli contengono tutte le informazioni relative ai prodotti movimentati nei magazzini dell’azienda. In quest’archivio è necessaria la massima completezza e precisione dei dati associati ai codici, poiché sono alla base delle successive elaborazioni dell’ERP.
Trend Tng è dotato di un configuratore di codice che non solo si occupa della codifica delle schede secondo un criterio pre impostato, ma permette anche di stabilire le regole di inserimento di tutti i dati fondamentali per l’ottimale utilizzo delle procedure. Con questo sistema si può limitare l’accesso alla funzione di creazione delle anagrafiche ai soli autorizzati e, allo stesso tempo, obbligarli a inserire le informazioni necessarie secondo criteri preimpostati.

Configuratore Anagrafica Articoli

Il Configuratore dell’Anagrafica Articoli è una procedura che permette di creare la scheda anagrafica di un codice di magazzino, completandolo di tutte le informazioni ritenute necessarie, e di inserirlo in altre tabelle dell’ERP sulle quali sono basate le procedure che permettono la gestione di un prodotto. Questa procedura permette all’azienda che utilizza Trend TNG di creare la scheda articolo evitando che l’operatore possa commettere errori di codifica. In funzione delle scelte fatte dall’operatore (categoria, famiglia, gruppo, ecc, …) il sistema compone automaticamente il codice dell’articolo e, sempre in funzione di criteri personalizzabili, la procedura inserisce il nuovo codice in altre tabelle necessarie al flusso delle informazioni: nell’archivio listini, nelle tabelle sulle quali si poggia il catalogo web, in quelle che determinano il sistema di catalogazione, ….
In questo modo si otterrà un archivio Anagrafica Articoli completo di tutte le informazioni, necessarie in vari ambiti aziendali: dalla gestione dei magazzini agli acquisti/vendite, dall’elaborazione di statistiche alle scritture contabili e alla produzione.

Gestione Note Tecniche

La scheda anagrafica dei prodotti permette di memorizzare diverse descrizioni “lunghe” relative al codice articolo.
Queste tipologie di descrizioni possono essere riportate in ogni report dell’ERP, in funzione delle necessità dell’azienda. Il loro utilizzo è disparato: per meglio specificare una voce di preventivo, per meglio precisare documenti di uso interno, per completare le stampe di listino, per migliorare le informazioni di una vetrina sul WEB, per chiarire al meglio l’ordine a un fornitore.
È ulteriormente interessante utilizzare questa proprietà dell’anagrafica per attivare messaggi di allerta; ad esempio, durante la compilazione di un documento e dopo aver scelto un articolo, è possibile visualizzare la nota tecnica, se questa è compilata, come un appunto sul video che indirizza l’operatore a compiere determinate azioni o controlli, magari dettate da norme di qualità o regole di conformità.

Classificazione Articoli

La procedura di Classificazione degli Articoli permette la creazione di un catalogo che consente, soprattutto, di “trovare” facilmente i codici dei prodotti.
Innanzitutto, questo sistema di classificazione consente di suddividere l’archivio articoli su enne livelli di ramificazione, il che permette di affiancare ai concetti di famiglia e sottofamiglia, categoria merceologica, gruppo e sottogruppo, un metodo molto più approfondito per la definizione di un articolo.
Questo metodo di catalogazione, inoltre, è possibile applicarlo a vari ambiti dell’azienda: l’ufficio acquisti potrebbe classificare gli articoli secondo logiche legate al fornitore, l’ufficio vendite secondo una logica di listino, l’ufficio produzione secondo altri parametri.
Questa funzionalità è utilizzata soprattutto per trovare le schede anagrafiche degli archivi pur non conoscendone il codice o la descrizione, ma sapendo di quali categorie fanno parte. Un esempio concreto può essere il seguente: se stiamo sfogliando il catalogo di un fornitore di cancelleria, potremmo non sapere quale sia il codice di una risma di carta, ma ne consulteremmo l’indice, lo apriremmo al capitolo dei consumabili, alle pagine della carta, al paragrafo dei formati A4, e così via. Utilizzando lo stesso principio possiamo trovare una scheda anagrafica semplicemente cliccando sui raggruppamenti del sistema di classificazione fino a giungere all’ultimo livello, dove sono elencati i codici che ne fanno parte.

Codice a Barre

La gestione del Codice a Barre è integrata nell’ERP ed è utilizzata da vari moduli della suite ma, normalmente, questa permette di compilare velocemente liste di articoli per la movimentazione del magazzino; in questi casi il codice, che si trova su confezioni o scaffalature, può essere “letto” con una variegata serie di strumenti portatili ed è utilizzato anche per redigere inventari. Oltre che per queste esigenze, il codice a barre è utilizzato in Trend TNG in diversi altri ambiti: in Produzione per la gestione degli avanzamenti e per il carico/scarico dei componenti, in Logistica per il controllo spedizioni, per la tracciabilità dei prodotti, per la gestione matricolare, per la gestione delle presenze.
Queste funzionalità sono abbinate a diversi metodi di stampa su etichette e/o supporti cartacei tramite stampanti tradizionali e termiche.
 

Gestione Matricole

La gestione delle matricole, integrata nell’ERP, si affianca alla gestione anagrafica degli articoli; questo significa che un altro archivio è relazionato alla tabella prodotti per memorizzare quali matricole sono state movimentate in magazzino. Tutte le procedure di carico e scarico o produzione degli articoli supportano tale gestione, così che per ogni quantità movimentata sia richiesto il relativo elenco di matricole. Queste funzioni sono utilizzate, soprattutto, dai moduli relativi all’area post-vendita e dai moduli di produzione.

Gestione Unità di Misura Multiple

Questa gestione è integrata in Trend TNG e consente di movimentare gli articoli secondo diverse unità di misura. Predeterminando l’unità di movimentazione principale, è possibile rapportarla con altre tramite un coefficiente di conversione. In questo modo è possibile movimentare l’articolo indicando le quantità, indifferentemente, secondo l’una o le altre unite di misura, che tanto saranno riconvertite in valori riferiti all’unità principale. Questa gestione è utilizzata in tutti gli ambiti aziendali nei quali si determina una movimentazione dei magazzini.

Gestione Varianti

La Gestione delle Varianti, integrata nelle procedure dell’ERP, permette la gestione di articoli neutri evitando il proliferare di codici prodotto. È possibile, quindi, associare l’articolo neutro ad una tabella di varianti (ad esempio il l’articolo neutro PENNA potrebbe essere associato alla tabella varianti COLORE) così, con un unico articolo, è possibile gestire le movimentazioni per ogni variante. È importante sottolineare che il codice “variantato” (ovvero l’articolo neutro con l’indicazione della variante, ad esempio PENNA-ROS) non deve essere creato a priori in anagrafica articoli, poiché sarà generato, al momento, dalla procedura che deve movimentare quello stesso codice. La gestione delle varianti è di due tipologie: la Variante di Codice, che influisce sulla codifica del codice stesso, e la Configurazione di Varianti, che influisce sulle varianti dei componenti di una Distinta di Base Neutra. Un articolo composto di più elementi neutri, infatti, non è modificato a livello di codice; allo stesso sono attribuite una serie di Varianti che sarà ereditata dalle parti in distinta, secondo regole prestabilite.



Indice Contenuti
PRODOTTI
  • Magazzino
  • Produzione
  • Amministrazione
  • Commerciale Acquisti
  • Commerciale Vendite
  • Controllo


I nostri Video

Guarda tutti i video