TRENDBI - APPLICAZIONE PER LA BUSINESS INTELLIGENCE

Utilizzare intelligentemente le "scorte" di dati che l'azienda produce.



La Logica di Utilizzo

La logica di utilizzo che abbiamo scelto per Trend BI è la seguente: l’operatore deve poter leggere i dati delle elaborazioni, attualizzati e visualizzati nella forma preferita all’apertura dell’applicazione e questa deve evidenziare automaticamente i valori che non corrispondono le sue attese. Dopo questa prima “lettura” è possibile modificare i calcoli ed i formati di rappresentazione dei risultati. In buona sostanza, Trend BI elabora i dati, li interpreta come farebbe il manager e mette in risalto le non conformità nell’interfaccia.
Entrando maggiormente nel dettaglio, l’utilizzatore ha a sua disposizione più modelli di analisi dei KPI, che esso stesso ha progettato. Quando questi “apre” un’analisi, i risultati, ottenuti elaborando i dati aggiornati estratti dai database, sono presentati a video nella forma che egli ha stabilito. Qualunque sia il formato scelto, l’applicativo ha un sistema per evidenziare visivamente i risultati in funzione del loro valore, per portare l’attenzione dell’operatore sul problema.
Alcuni esempi pratici: analisi del venduto per agente; indicatori di performance il valore del fatturato e la marginalità ottenuta; posso disporre i risultati in forma di tabella, dove troverò eventualmente evidenziati in rosso, i valori che non rientrano nel campo di quelli preventivati. In seguito posso aggregare (o disaggregare) diversamente i risultati, rendendo sempre più analitico il modello di elaborazione: divido il fatturato dell’agente per zona geografica, oppure per tipologia di prodotto o per prodotto stesso.
Questo esempio è illustrato nella pagina accanto: lo screenshot in alto rappresenta il fatturato per agente dell’anno 2010 confrontato con quello del 2009. Il risultato dell’analisi si presenta in questo formato non appena viene “aperta”: i dati sono analizzati e la differenza di fatturato tra i due esercizi, quando è negativa, ossia quando il fatturato è in calo, viene evidenziata in rosso.
Lo screenshot in basso risponde a questa esigenza dell’operatore: in quali province si è manifestato il calo di fatturato? È sufficiente trascinare il campo “prov” (province) per disaggregare il fatturato per zona. Contemporaneamente i dati in tutte le colonne saranno ricalcolati secondo questa suddivisione
Alcuni esempi di filtro: si esclude l’anno 2009, quindi vengono “oscurati” alcuni KPI per poter considerare il solo totale.
Esempi di visualizzazione in forma grafica.

Costruire un Modello di Analisi

L’utilizzo delle applicazioni di Business Intelligence va
considerato in due momenti:
- La Costruzione dei Modelli di Analisi.
Progettazione Teorica
Realizzazione Pratica
- La Manipolazione delle Analisi.
Le Tecniche di Utilizzo
La Visualizzazione dei Risultati

Nella fase di costruzione del modello d’analisi bisogna tener conto che sono necessari due tipi di competenza: quella teorica, che permette di progettare il modello di analisi, cioè determinare gli archivi da cui estrapolare i dati, individuare i KPI e stabilire la forma di rappresentazione dei risultati, e quella pratica, necessaria per “far dialogare” l’applicazione di Business Intelligence con i database contenenti le informazioni. 
Questo aspetto pratico, ossia la fase di Data Mining (estrazione dei dati dagli archivi) e quella dell’interfacciamento con l’applicazione di Business Intelligence, può essere un giustificato motivo di preoccupazione per l’utente.
Per superare questa problematica, Trend BI è progettato per collegarsi in modo semiautomatico alla fonte dei dati ed è quindi facile da installare e interfacciare ai database (vedere gli approfondimenti nella sezione INFORMAZIONI TECNOLOGICHE).

Manipolare un Modello di Analisi

Manipolare un modello di analisi significa, una volta che il risultato è stato presentato a video secondo il formato progettato, che è possibile ricalcolarlo, aggregarlo o disaggregarlo per ottenerne diverse rappresentazioni secondo le esigenze dell’operatore. Questo consente di analizzare, con vari gradi di approfondimento e secondo diversi KPI, lo stesso argomento con l’obiettivo di renderne migliore la comprensione e valutare strategie per migliorarne i risultati.
I modi per la manipolazione dei modelli d’analisi in Trend BI comprendono le tecniche d’uso comuni ai più diffusi applicativi, come il trascinamento dei campi, la selezione multipla, gli ordinamenti tramite click, i filtri interattivi, …. Si è cercato di implementare nelle procedure i metodi utilizzati nei sistemi operativi e nei fogli di calcolo più diffusi, per creare un ambiente di lavoro familiare e pratico. In qualsiasi momento l’operatore può “salvare” un nuovo modello dalla modifica di quello originale, ottenendo così un nuovo formato di analisi che presenterà, all’apertura, una nuova visualizzazione di risultati.

La Visualizzazione dei Risultati

La visualizzazione dei risultati delle manipolazioni è importante tanto che è diventata un campo di ricerca. Questa è basata su teorie di information design, computer graphic, interazione uomo-macchina, scienze cognitive.
L’applicazione pratica coinvolge la selezione, la trasformazione e la rappresentazione di dati astratti in una forma che facilita l’interazione con l’uomo per la sua comprensione. Forme dinamiche di visualizzazione, come i grafici interattivi oppure i cruscotti (proprio come quelli della plancia delle automobili), riescono a migliorare la comprensione dei KPI che si riferiscono ad argomenti che variano da un istante all’altro. Tecniche particolari permettono all’utente di modificare la visualizzazione dei risultati in tempo reale, permettendo una percezione migliore degli indicatori di successo e delle relazioni tra i dati in oggetto. I risultati delle elaborazioni dei dati possono essere presentati in vari formati di visualizzazione, ma sono pure stampabili su report o riportati su fogli di calcolo.

Condivisione dei Risultati e delle Analisi

I modelli di analisi ed i risultati di queste sono condivisibili tra i vari membri dell’organizzazione. L’amministratore dell’applicazione può impostare vari metodi di distribuzione delle informazioni, ma comunque secondo due concetti:
• L’invio dei risultati delle analisi, in forma di report, relazioni, grafici, …
• L’invio del modello di analisi
Il primo sistema è utilizzato dalle organizzazioni in cui i soggetti che analizzano i dati ed elaborano rendiconti, ne distribuiscono i risultati agli interessati.
Il secondo caso è quello in cui il destinatario stesso delle informazioni ha la facoltà di ri-elaborarle. In questa ipotesi le possibilità di utilizzo dell’applicazione possono essere consentite secondo un sistema di profilazione dell’utente che limita la sua operatività secondo le intenzioni dell’amministratore.
 


Indice Contenuti
PRODOTTI
  • Magazzino
  • Produzione
  • Amministrazione
  • Commerciale Acquisti
  • Commerciale Vendite
  • Controllo


I nostri Video

Guarda tutti i video